Premi Letterari
Lascia un commento

I 5 libri finalisti del Premio Strega ragazze e ragazzi 2017. Categoria 11+

La Fiera del libro per ragazzi di Bologna è alle porte. E con essa anche la premiazione del libro vincitore della seconda edizione del Premio Strega ragazze e ragazzi. Scopriamo i cinque libri candidati della sezione 11+.

Il viaggio di Lea

di Guia Risari

Viaggio_di_Lea_Guia_RisariLea ha dodici anni. È orfana, vive col nonno nella periferia di una città. Traumatizzata dalla perdita dei genitori si chiude in un mutismo ostinato fino a quando il nonno le porta un gatto rosso, Porfirio, un animale misterioso e parlante, un po’ saggio e un po’ cinico. Lea è tormentata dalle domande sulla vita, la morte, il dolore e parte assieme a Porfirio per trovare le risposte. Finisce in una bisca, conosce un vagabondo, una chiromante, un assassino poeta, una coppia di pescatori filosofi, una strana famiglia di agricoltori, una gaia becchino. Visita un campo di rieducazione e un trio di velleitari rapinatori che finiscono per cambiare mestiere. È sempre seguita da un’ombra inquietante con piedi piccoli e occhi cangianti. È la Morte che Lea riesce infine a interrogare, scoprendo il senso della vita. Sulla via di casa, Lea fa amicizia con una ragazzina, la nipotina della Morte, che desidera visitare un altro mondo, guidare un vero cavallo e giocare con i suoi coetanei. Chiede quindi a Lea di stare un po’ con lei e in cambio risponderà a tutte le sue domande.
Il viaggio di Lea è un romanzo di formazione, che affronta temi come la sofferenza, la morte, la paura, il mistero, ma anche l’amore, l’amicizia, la giustizia, la diversità. Nel tentativo di chiarire quello che le risulta oscuro, la protagonista impara che non esiste una risposta semplice alle grandi domande della vita. Ma nella ricerca delle risposte Lea troverà la saggezza che potrà spegnere almeno in parte la sua inquietudine.


L’estate che conobbi il Che

di Luigi Garlando

Estate_che_conobbi_il_Che_Luigi_GarlandoÈ l’estate del 2014. I Mondiali di calcio sono appena cominciati, e Cesare sta per festeggiare il suo dodicesimo compleanno nella villa in cui vive con il padre, amministratore delegato di un’azienda di arredamento, la madre, medico chirurgo di fama, e la sorella, che studia economia e fa la fashion blogger. Oltre la collina abita il nonno, a cui il papà non parla più, ma che per Cesare è una colonna. Solida come i mobili che nascono dalle sue mani e che fanno di lui “il più abile poeta del legno apparso sulla terra, dopo San Giuseppe”. Quando il nonno non si presenta alla festa, Cesare ha un brutto presentimento, così inforca la bici e corre a cercarlo a casa. Appena in tempo per vederlo trasportato su un’ambulanza. Sconvolto, Cesare nota, un attimo prima che lo portino via, il tatuaggio che il nonno ha sulla spalla. Chi è l’uomo con la barba? Qualche giorno dopo, scopre che quel volto non appartiene a Gesù, come aveva pensato in un primo momento, ma a un tale Ernesto Che Guevara. Ed è solo l’inizio.
Tesa ed emozionante come un finale di partita, la vita straordinaria del Che raccontata da un nonno a suo nipote col passo incalzante della scrittura di Luigi Garlando. Un romanzo che intreccia una storia attuale, dell’Italia nella crisi economica, all’avventura rivoluzionaria del combattente argentino e alla sua caparbia ed eroica ricerca di un mondo più giusto per tutti.


Nove braccia spalancate

di Benny Lindelauf

R6N sovra-cover_9braccia-ultima.inddNella campagna olandese battuta dal vento sorge una bizzarra casa, costruita vicino a un cimitero e abbandonata da tempo. Qui si sono appena trasferite le sorelle Fing, Muulke e Jes con i quattro fratelli, il padre e nonna Mei.
Per la famiglia Boon si tratta dell’ennesimo trasloco al seguito degli sconclusionati tentatici di papà di avviare un’attività redditizia: questa è la volta di una manifattura di sigari. Ma sulla vecchia casa sembra pesare un oscuro segreto. E nonna Mei, con il suo occhio da civetta e la sua valigia piena di foto, ne sa più di quanto sia disposta a raccontare…
Un romanzo di tragiche tragedie, vagabondi, veleni, disastri, pasticci!
Una cronaca familiare che mescola suspense e umorismo e dove i misteri del passato si scelgono per lasciare spazio definitivo all’amore.


Smart

di Kim Slater

Smart_Kim_SlaterC’è stato un omicidio, ma per la polizia non è niente di importante. Si tratta solo di un senzatetto annegato accidentalmente nel fiume. Eppure Kieran, 14 anni, non la pensa così. Forse non è bravo a capire le emozioni della gente e a rapportarsi al mondo, ma è un genio del disegno, un osservatore attento e sa bene quanto contino i dettagli. E soprattutto ha fatto una promessa: scoprirà cos’è successo veramente.
Improvvisarsi investigatore, però, non è facile quando abiti in un quartiere disastrato, hai un patrigno violento e il tuo unico amico è un ragazzo ancora più emarginato di te. Indizi e segreti pericolosi sono ovunque, non soltanto nel quartiere e in città, ma perfino in casa sua: per arrivare alla verità Kieran dovrà usare tutto il suo coraggio.
Una narrazione dal ritmo inteso, raccontata attraverso lo sguardo ingenuo e curioso di Kieran, che incolla il lettore alla pagina.


Ultimo venne il verme

di Nicola Cinquetti

Ultimo_venne_il_verme_Nicola_CinquettiContro te povero verme le lagnanze sono eterne, scriveva Toti Scialoja. Nello spirito del nonsenso, con uno spiccato gusto della battuta, una raccolta di favole abitate da molti animali ma qua e là anche da qualche umano. La balena che si sente piccola, il cane poeta che recita la luna per le orecchie di una talpa, bambini fiori e bambini di traverso che bisogna proprio raddrizzare: una raccolta di favole del nostro tempo, in cui la morale è ribaltata e vince il paradosso o semplicemente la stravaganza dei punti di vista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...