Fumetti e Graphic Novel, Graphic Review, Recensioni
Comment 1

Recensione: Sorelle

Il rapporto tra sorelle – e fratelli – è uno dei più belli e complicati che esista. Da bambini ci sono i giochi e le risate, gli scherzi e i litigi, gli abbracci e le piccole vendette. Ma anche quelle volte in cui basta guardarsi negli occhi per capirsi perfettamente, o quelle in cui ci si ritrova a dire: «Quando mai ho chiesto una sorella!».

A Raina è successo, di mettersi urlare questa frase davanti a tutta la famiglia. Peccato che il desiderio di avere una sorellina con cui giocare lo avesse espresso proprio lei, diversi anni prima. Aveva cinque anni, Raina, quando è nata Amara – che non è solo l’opposto di «dolce», ma un nome che in sanscrito significa «immortale» e in arabo «prosperare». E non è successo niente di quello che si sarebbe aspettata: se cercava di prenderla in braccio, Amara iniziava a piangere e a urlare; se provava a darle in mano una bambola, la scagliava lontano, più forte che poteva; se le chiedeva di colorare insieme a lei, prendeva un pastello e iniziava scarabocchiare i disegni che Raina aveva fatto con tanta cura.

Sorelle - Raina Telgemeier - Recensione

Amara se ne stava da sola, era scontrosa e irascibile. E questo ha dato vita a un rapporto difficile e burrascoso tra le due sorelle. Poi, il fatto che Amara fosse anche sveglia e intelligente e brava in tutto – disegno compreso – e che ottenesse tutto con facilità e senza il minimo sforzo non ha fatto altro che aumentare il fastidio e l’invidia di Raina. Ma le difficoltà in famiglia non si esauriscono qui, perché a complicare ancora di più la situazione ci si sono messi l’arrivo di un terzo fratellino e la perdita del lavoro del papà. Tra i pianti, le urla esasperate, la televisione ad alto volume e i versi più strani, Raina è riuscita a ritagliarsi il suo angolino di pace grazie a un walkman e a un paio di cuffie, che sono diventate parte di lei.

Un’estate le cose iniziano ad andare diversamente. Raina ha quattordici anni, deve prepararsi per la nuova avventura del liceo ed è in quel periodo della vita in cui sei un po’ un bambino e un po’ no, in cui ce la metti tutta per dimostrarti grande ma sembra che il mondo voglia farti godere ancora un po’ la spensieratezza dell’infanzia, perché sa che poi sarà difficile da riconquistare. Quell’estate, mamma, sorelle e fratellino partono a bordo della loro auto per un viaggio che da San Francisco le porterà in Colorado – e ritorno – per riunirsi con alcuni parenti. Sarà un viaggio memorabile, uno spaccato di vita da ricordare e raccontare, un’esperienza che nelle mani della Raina adulta si trasforma un graphic novel capace di parlare a tutti, con ironia e delicatezza. Ci saranno incomprensioni e bisticci, notti passate in tenda all’aria aperta, insetti fastidiosi e temperature insopportabili e serpenti imprevedibili, tanto odiati da Raina quanto amatissimi da Amara.

Raina Telgemeier ci propone ancora una volta la vita vera, quotidiana, fatta di momenti semplici ma straordinari insieme, di delusioni e relazioni. In questo graphic novel alterna il racconto del viaggio con tanti flashback che ci fanno conoscere più a fondo le dinamiche della famiglia e il mondo come era visto dagli occhi di Raina bambina. Una bambina che cresce, che impara a vivere e a relazionarsi con gli altri, che cerca di scoprire qualcosa di sé. Il viaggio della vita sarà lungo, ma affrontarlo con quello che le ha lasciato il viaggio di quell’estate sarà più semplice e più bello. Perché sa che ci sarà sempre una sorella su cui contare, una di quelle persone affidabili e sincere con cui sentirsi in sintonia e con cui comunicare solo con lo sguardo. E in questo modo sopravvivere alla confusione e ai rumori del mondo non farà paura. Anche senza cuffie.


Sorelle - Raina TelgemeierTitolo: Sorelle
Autrice: Raina Telgemeier
Colori: Braden Lamb
Editore: Il Castoro
Anno: 2015 (2014)
Titolo originale: Sisters
Traduttrice: Laura Bortoluzzi
Pagine: 197
Prezzo: 15,50 euro

1 commento

  1. Pingback: Autori nella giungla: Raina Telgemeier | Chiedilo all'Orango

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...