Bambini e ragazzi, Graphic Review, Recensioni
Lascia un commento

L’Intreccio dei Mondi – Recensione

Bluehaven non è un posto come tutti gli altri. C’è qualcosa di magico, lì: un Maniero, con una porta in grado di condurti verso altri mondi. Da anni gli abitanti di quella piccola isola hanno attraversato quella soglia, fino a quella che hanno battezzato la Notte delle Catastrofi, quando sono iniziati i terremoti, un uomo e una neonata sono comparsi in città e la porta del Maniero si è chiusa, forse per sempre.

Sono passati quattordici anni da quella notte. Ora la neonata è diventata grande e vive con una famiglia non molto accogliente. Le è stato dato il nome di Jane Doe, non sa dove sia nata né chi sia sua madre, e suo padre non può darle le risposte che cerca perché da quando è arrivato a Bluehaven non ha mai pronunciato una parola. La vita di Jane non è per niente facile, e a peggiorare le cose ci si mettono gli abitanti dell’isola, che la chiamano “la Maledetta”, perché da quando è arrivata lei Bluehaven ha iniziato a vedere il declino. C’è solo una persona su cui può contare: Violet, la sua sorellastra.

Ma le cose stanno per cambiare. Ogni anno, dalla fatidica Notte delle Catastrofi, gli abitanti di Bluehaven celebrano il Lamento del Maniero, e stavolta il nuovo sindaco ha intenzione di fare le cose in grande: eliminare definitivamente quella ragazza che ha portato la rovina sull’isola. Prima dell’esecuzione, però, qualcuno accorrerà a salvare Jane, dando il via alla serie di eventi destinata a sconvolgere il futuro di tutti: l’isola viene colpita da un terremoto fortissimo, le porte del Maniero si riaprono per un momento e il padre di Jane corre al suo interno.

Aiutata dalla donna che l’ha salvata dalla morte, Jane trova un modo per entrare nel Maniero alla ricerca di suo padre. È l’inizio di un’avventura che la porterà alla scoperta di un mondo in rovina, dominato da un essere davvero cattivo, che tiene tutti prigionieri in una sorta di gabbia psicologica. Se vuole salvare suo padre, Jane dovrà attraversare un labirinto pieno di trappole, saltare a bordo di treni spaventosi, sopravvivere a spettri e cacciatori di taglie. Sarà un viaggio lungo e pericoloso, quello all’interno del Maniero, tra oscuri corridoi, fiumi sotterranei, foreste e caverne più pericolose di quanto potrebbero sembrare a prima vista. Ma se riuscirà ad arrivare alla fine, Jane potrà scoprire la verità su sé stessa e sua madre, e salvare tutti i mondi.

L’Intreccio dei Mondi è un romanzo d’avventura ambientato in un mondo fantastico, con un ritmo che sembra quello di un videogioco e una protagonista da sempre considerata un’esclusa che ora ha la possibilità di riscattarsi. Jeremy Lachlan ci trascina in una corsa contro il tempo in compagnia di Jane e dei suoi compagni – un ragazzo ambiguo e una ragazza misteriosa ma forse non poi così sconosciuta – in un’avventura che unisce mitologia e mondi alternativi, Indiana Jones e Narnia, dei ed eroi. E con una buona dose di humour e una bella quantità di misteri, ci tiene avvinghiati alle pagine, in attesa di tutte le risposte che cerchiamo ( e del secondo volume della serie).


Titolo: L’Intreccio dei Mondi
Autore: Jeremy Lachlan
Editore: Piemme (Il Battello a Vapore)
Anno: 2020 (2018)
Titolo originale: Jane Doe and the Cradle of All Worlds
Traduttore: Gloria Pastorino
Età di lettura: Da 11 anni
Pagine: 364
Prezzo: 16,50 euro
ISBN: 9788856668780

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...