Bambini e ragazzi, Graphic Review, Recensioni
Lascia un commento

Malamander – Recensione

«Probabilmente tu non credi al Malamander. Un uomo-pesce non può esistere, penserai. Immagino che questa storia non faccia per te.»

D’estate, Marina Infesta è una bellissima cittadina di mare. Ci sono bambini che nuotano fra le onde o che cercano conchiglie fra gli scogli, genitori distesi sulle sdraio a prendere il sole, gabbiani che sorvolano la spiaggia in cerca di cibo sfizioso. Ma d’inverno gli schiamazzi e le risate lasciano il posto al suono sinistro del vento e delle burrasche, mentre la nebbia risale dal mare per coprire la spiaggia e addentrarsi tra le strette vie della cittadina.

Ed è proprio nel cuore della stagione più fredda che prende il via questa storia, quando Violet si presenta all’ufficio Oggetti Smarriti del Grand Nautilus Hotel, il maestoso albergo che si affaccia sulla spiaggia di Marina Infesta. Dodici anni prima, quando aveva solo sei mesi, la ragazza era stata ritrovata, sola, in una delle stanze dell’hotel; dei suoi genitori non c’era traccia. Nessuno sa di preciso cosa sia successo la notte precedente: le storie raccontano di strane luci avvistate in riva al mare, tra la foschia; di due paia di scarpe dimenticate, di impronte dalla forma bizzarra sulla sabbia, di poliziotti alla disperata ricerca di spiegazioni.

Ora che è tornata, Violet è decisa a fare luce sulla vicenda e sa che potrà contare sull’aiuto di Herbie Lemon, il ragazzo che lavora come Ritrovatore di Oggetti Smarriti dell’hotel. Insieme, i due si improvviseranno detective ed esploreranno la cittadina in cerca di indizi, fino a ritrovarsi sulle tracce del misterioso Malamander, un mostro marino – un po’ uomo un po’ pesce e un po’ qualcos’altro – che vive nelle leggende di Marina Infesta.

Quello che ancora non sanno è che non sono i soli a voler stanare quella creatura leggendaria. Altri personaggi sembrano aggirarsi per la città con lo stesso obiettivo: uno scrittore cinico e disilluso; la direttrice del maestoso Grand Nautilus Hotel; il medico della cittadina, nonché gestore del museo e collezionista di antichi reperti; una raccoglitrice di conchiglie e un misterioso marinaio con un uncino al posto della mano e che, come uno spettro, sembra emergere dalla nebbia.

Più Herbie e Violet si addentrano nei segreti della cittadina, più il mistero si infittisce e nascono nuove domande. Chi è il Capitano K., scrittore dall’identità misteriosa che in un libro ha raccontato la sua lotta con il Malamander? Cos’è successo davvero ai genitori di Violet, e perché si trovavano a Marina Infesta quando sono scomparsi? E soprattutto: il Malamander esiste davvero, oppure è solo una vecchia leggenda tramandata per anni dagli abitanti della cittadina?

Thomas Taylor costruisce un romanzo avvincente, con un ritmo serratissimo e ricco di mistero. Grazie a personaggi ben caratterizzati e un’atmosfera creata sapientemente, ti trascina nel racconto fin dalla prima pagina, portandoti in una cittadina in riva al mare dove anche l’impossibile sembra possibile, dove i gatti sembrano darti suggerimenti per riportarti sulla giusta strada e scimmie meccaniche con la coda da sirena ti offrono il libro di cui in quel momento hai più bisogno. E dove forse non tutti i misteri sono destinati ad avere una risposta – per il momento, almeno.

«Alle tue spalle senti un rumore – sembrano passi – sempre più vicino. Sembrano passi striscianti, movimenti di pinna sempre più vicini.
Ti giri.
Cosa vedi?
Davvero?
Be’, allora forse questa storia sì che fa per te.»


Titolo: Malamander
Autore: Thomas Taylor
Traduttrice: Laura Bortoluzzi
Editore: Il Castoro
Anno: 2020 (2019)
Titolo originale: Malamander
Età di lettura: Da 11 anni
Pagine: 272
Prezzo: 15,50 euro
ISBN: 9788869666780

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...