Review Party: Tutta colpa delle meduse

Non esistono davvero parole magiche. Non esiste un unico modo giusto di dire addio a qualcuno a cui vuoi bene. Ma la cosa più importante è che tu serbi qualcosa di quella persona dentro di te.
Alla fine, Suzanne, è un dono passare del tempo con una persona di cui ci importa. Anche se è imperfetto. Anche se quel tempo non finisce quando, o nel modo in cui, ci saremmo aspettati. Anche quando quella persona ci lascia.

Tutta colpa delle meduse - Ali BenjaminA dodici anni ci sono cose che non dovrebbero capitarti. A dodici anni dovresti uscire con gli amici, prendere la prima cotta, iniziare a ribellarti a quello che ti dicono i genitori. La tua più grande preoccupazione dovrebbero essere i voti che prendi a scuola, o al massimo qualche battibecco con gli amici. Non ci dovrebbe essere tua mamma che ti raggiunge in giardino, un giorno d’estate, per dirti che la tua migliore amica non c’è più, che è entrata nel mare per farsi una nuotata e non è mai uscita. Come fai a sopportare tutto questo? Tu, ancora così fragile e innocente, dove trovi la forza per reagire e per ricominciare?

Per Suzy Swanson non è per niente facile. Non riesce ad accettare che la sua amica Franny sia annegata, lei che era così brava a nuotare. E non può accontentarsi delle parole di sua madre, che sostiene che a volte le cose succedono e basta. Perché questa non è una spiegazione, non c’è niente di scientifico in un’affermazione così. Dev’esserci per forza una ragione dietro alla morte di Franny, un motivo che possa mettere ordine in tutto quel caos.

L’amicizia tra Suzy e Franny non stava attraversando un bel periodo. La scuola media e le nuove compagnie le avevano allontanate. Franny aveva iniziato a frequentare le ragazze più popolari della scuola, stava attenta al taglio dei capelli, al colore delle unghie e a quello che dicevano i ragazzi, mentre Suzy era rimasta la ragazzina ingenua di sempre, appassionata di scienza e assetata di sapere. Per quanto si sia sforzata, Suzy non ha potuto fare nulla per evitare che Franny si allontanasse e cambiasse così tanto da sembrare un’altra persona. Non è servito il gesto estremo e disperato che ha compiuto per riaverla indietro, quell’ultimo tentativo di mantenere un patto stretto da bambine. Anzi, forse ha solo peggiorato le cose e ha reso Franny ancora più distante. E ora che non c’è più modo di rimediare, l’unica cosa che può fare per alleviare il senso di colpa che si porta dentro è trovare una spiegazione alla tragedia.

È durante una gita scolastica che Suzy si imbatte nella risposta che sta cercando. Mentre è in visita a un acquario con la sua classe, scopre l’esistenza di una medusa tanto pericolosa quanto piccola e quasi invisibile, e capisce subito di aver trovato il cattivo della sua storia. Ora non resta che provare che la vita di Franny è stata spezzata dalla puntura di quella medusa, anche a costo di imbarcarsi in un viaggio che la porterà lontano, anche a costo di dover abbandonare la sua famiglia e quelli che le vogliono bene. Perché l’unica persona in grado di aiutarla è un esperto di meduse che vive al di là dell’oceano, un uomo che avrebbe tutto il diritto di odiare quegli esseri che pulsano e nuotano senza una meta, ma che è l’unico che sembra conoscerli e comprenderli a fondo.

Il romanzo d’esordio di Ali Benjamin è un libro commovente ed emozionante, che sembra scivolare leggero e delicato, come una poesia. È un elogio alla grandezza della natura, scritto come un’approfondita ricerca scientifica, che ci porta a scoprire gli aspetti più affascinanti della vita delle meduse e di un universo in espansione. È una strada che ci conduce alla riconciliazione con noi stessi e all’accettazione che ci sono domande destinate a rimanere senza risposta e verità terribili e spaventose. Perché a volte non c’è una ragione dietro alle cose che succedono, a volte non c’è niente che possiamo fare per porre rimedio a una situazione. Ma anche quando abbiamo paura, anche quando ci sentiamo smarriti e impotenti e minuscoli su questo pianeta che non è altro che un piccolo sasso che sfreccia nell’immensità dell’universo, dobbiamo ricordarci che nascondiamo dentro di noi una forza grandissima. Che abbiamo sempre la possibilità di rinnovarci e migliorarci. Che siamo fatti di polvere di stelle.

Se volete saperne di più su questo romanzo, o se siete curiosi di conoscere altri punti di vista, non potete lasciarvi scappare le altre recensioni che usciranno nel corso della giornata. Date un’occhiata qui sotto all’elenco dei blog che partecipano!

Tutta colpa delle meduse blog


Titolo: Tutta colpa delle meduse
Autrice: Ali Benjamin
Editore: Il Castoro
Anno: 2017 (2015)
Titolo originale: The Thing about Jellyfish
Traduttrice: Alessandra Orcese
Pagine: 317
Prezzo: 13,50

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...